la bellezza non ha confine

Ventimiglia è la città di confine che separa la Liguria dalla Costa Azzurra e ne incarna le due anime. La città è piena di vita, di storia e di natura.

Ventimiglia è una città viva e vibrante da una chiara anima commerciale che la rende molto apprezzata anche dagli abitanti della vicina Francia che la frequentano molto spesso. Il Mercato coperto e il mercato del venerdì sono una tappa fissa di chi ama i migliori prodotti enogastronomici.

Dietro questo volto commerciale e dinamico si nasconde una città che ha una storia antica ed affascinante che comincia dall’uomo preistorico, di cui ancora oggi abbiamo le testimonianze in alcuni dei musei cittadini e nelle grotte dei Balzi Rossi.

La storia racconta della vita qui degli antichi romani che hanno lasciato in eredità un teatro in bella vista e le rovine della vecchia Albintimilium.

Ventimiglia alta è invece un monumento al medioevo che racconta ancora una volta una storia tutta diversa.

Oggi Ventimiglia offre una gastronomia varia e qui molti ristoranti si distinguono per essere tra i migliori della Liguria. Non mancano, soprattutto d’estate, eventi che ripercorrono la storia della città che intrattengono i visitatori.

Ma chi conosce bene la città sa che in molti angoli della città la natura è la vera protagonista.

A Ventimiglia scoprirai panorami inaspettati che ti lasceranno meravigliato: angoli nascosti di natura incontaminata, come i celebri giardini Hanbury. Spiagge rilassanti come le Calandre o i Balzi Rossi. Scorci piacevoli come l’oasi del Nervia.

In questa guida percorrerai la storia e i numerosi punti di interesse della città, con le sue tradizioni e le sue bellezze. Scoprirai cosa visitare a Ventimiglia e troverai tante idee e tanti spunti per goderti al meglio la tua visita in questa straordinaria città della Liguria.

Sei pronto? Si comincia!

La Storia di Ventimiglia

La storia di Ventimiglia è un viaggio tra le più diverse e lontane epoche della civiltà. Un viaggio che comincia dall’uomo preistorico fino al eleganti ville del XIX secolo.

I graffiti delle grotte dei Balzi Rossi sono lì a testimoniare, insieme ai reperti raccolti nel vicino museo preistorico, quanto sia antica la storia di Ventimiglia: gli uomini primitivi iniziarono ad abitare le fenditure della montagna almeno 240.000 anni fa e ci vissero per millenni continuativamente.

Le prime strutture fortificate furono costruite, a partire dal VII secolo a.C., da alcune tribù della stirpe intemelia che si stanziarono sulle alture circostanti la pianura.

Questi primitivi insediamenti, noti come castellari, trovarono ben presto il loro punto di riferimento nel prospero nucleo abitativo sorto tra il Roja e il Nervia detto Album intimilium.

Con la conquista romana, intorno al 180 a.C., Albintimilium accrebbe la sua importanza e divenne una città fortificata, dotata delle terme, del teatro e di altri importanti edifici.

Intorno alla fine del IV secolo, per sfuggire alle invasioni barbariche la popolazione iniziò ad abbandonare la pianura e a trovare riparo sull’altura del Cavo, dove si sviluppò il nucleo medievale di Vintimilium, fondamentale roccaforte della difesa della Maritima Italorum dalle pressioni longobarde cui infine cedette verso la metà del VIl secolo.

Da quel momento Ventimiglia visse una storia travagliata in cui scorrerie, invasioni, passaggi di potere non si contano. Possesso della famiglia feudale dei conti di Ventimiglia la città, nel XIl secolo, si istituì libero comune, ma fu ben presto costretta a sottomettersi alla Repubblica di Genova.

Era il 1222 quando, durante un duro assedio, i Genovesi interrarono il porto.

Con il trattato di Aix del 1262 che divise la Contea tra Provenza e Genova, la città diventò una piazzaforte di confine definitivamente assoggettata alla Superba, e ne seguì le sorti fino alle invasioni napoleoniche e all’annessione al regno sabaudo.

Cosa vedere a Ventimiglia

Chi non conosce Ventimiglia non si aspetterebbe mai che questa città abbia così tanti punti di interesse da visitare. Basta dare un’occhiata e scegliere, Ce n’è davvero per tutti i gusti: per gli amanti della storia, della cultura, della natura o dello shopping.

Le caverne dei Balzi rossi

Nei pressi del confine tra Italia e Francia, nel suggestivo tratto costiero della frazione di Grimaldi, si trova uno dei siti paleolitici più importanti d’Europa, le caverne dei Balzi Rossi con l’annesso museo preistorico.

Nelle caverne, che devono il loro nome al colore rosso delle pareti rocciose, sono stati ritrovati i resti di sepolture preistoriche dell’uomo di cro-magnon, ma anche resti animali appartenenti a specie molto interessanti, come il rinoceronte, l’elefante antico e l’ippopotamo.

All’interno del museo si possono anche ammirare oggetti della vita quotidiana dellìuomo primitivo come lame, punte di freccia, statuette in pietra e incisioni.

scopri di più sui balzi rossi

il teatro e la città romana

La città romana di Albintimilium fu fondata agli inizi del II secolo a.C. ed ebbe un importante ruolo come centro Italico prima delle province occidentali dell’impero.

Oggi è possibile vedere la cinta muraria in cui si aprono le porte dotate di torri circolari e il teatro, che risale alla fine del secondo secolo d.C. L’Antico Teatro Romano è utilizzato ancora oggi per spettacoli e intrattenimenti.

È possibile vedere anche i resti dell’impianto termale e i suoi mosaici a pavimento, i quartieri urbani e alcune ville private, le domus.

ventimiglia alta

È uno dei più importanti centri storici della Liguria che, come uno straordinario e affascinante museo a cielo aperto, conserva quasi 10 secoli di storia della città.

Dal VIII secolo D.C, con l’arrivo dei Longobardi la popolazione abbandonò la città romana e il centro abitato venne trasferito sul colle più elevato e protetto al di là del fiume Roja.

La città alta rimase il centro della vita di Ventimiglia fino al 1800, quando l’arrivo della ferrovia favorì lo sviluppo della città come la conosciamo oggi.

All’interno delle sue mura e tra i suoi vicoli si conservano chiese, oratori, conventi, palazzi nobiliari è un eccezionale patrimonio artistico.

Il modo migliore per visitare la città è scegliere una delle stradine che dal livello del fiume portano, tra brevi salite e ripide scale, fino alla sommità della collina: così si vivrà appieno il senso labirintico del tessuto urbano, contrassegnato da saliscendi, passaggi voltati, angoli bui e improvvise piazzette luminose.

cattedrale di s.maria assunta

La cattedrale di Ventimiglia è considerata uno dei migliori esempi dell’architettura romanica della Liguria. Essa sorge sopra i resti di un’antica Chiesa medievale di cui ancora oggi si può vedere la cripta.

La struttura a tre navate risale al XI secolo. Le absidi e lo straordinario portale della facciata, costruito con la pietra della turbie, risalgono alla fine del XII secolo. L’interno della cattedrale, di grande fascino e suggestione, conserva dipinti molto interessanti.

A fianco della cattedrale sorge anche il battistero romanico a pianta ottagonale dedicato a San Giovanni, perfettamente conservato non sue forme originarie.

chiesa di san michele

La chiesa di San Michele, fu fatta edificare nel X secolo dai Conti di Ventimiglia: nonostante la travagliata storia, scandita da crolli, distruzioni e rifacimenti, l’interno conserva ancora la sua raccolta atmosfera medievale.

Una delle particolarità della chiesa è che sono state riutilizzate alcune colonne romane risalenti all’imperatore Caracalla. Proprio due di esse sono poste all’ingresso della chiesa come acquasantiere.

biblioteca aprosiana

La Biblioteca Aprosiana fu fondata nel 1648 dal ventimigliese padre Angelico aprosio. Fu la prima biblioteca pubblica della Liguria e oggi si trova in via Garibaldi nel centro storico di Ventimiglia Alta.

Il fondo originario, di cui si conservano circa 7000 volumi, costituisce uno dei nuclei barocchi più importanti d’Italia con edizioni assai rare e di notevole pregio.

Nella stessa sede sono anche esposte 9 grandi tele, tra cui è ritratto l’astronomo Gian Domenico Cassini, originario di Perinaldo, chiamato nel 1669 alla corte di Luigi quattordicesimo re di Francia dove trascorse il resto della sua vita.

giardini hanbury

I giardini hanbury rappresentano il più famoso giardino di acclimatazione della Riviera annoverato tra i più importanti d’Europa.

La superficie di questo parco straordinaria di 18000 ettari e al suo interno convivono, grazie alla felice posizione climatica e naturale di punta mortola, piante esotiche provenienti da tutto il mondo ed esemplare di Flora mediterranea.

Il risultato è un grandioso insieme che si armonizza con la villa, gli altri edifici e gli elementi ornamentali come fontane, scalinate, panchine e pergolati e i terrazzamenti digradanti a picco sul mare.

Scopri di più sui giardini Hanbury

forte dell’annunziata

Il forte dell’Annunziata è una fortezza a picco sul mare con una vista fenomenale sulla Costa Azzurra e sulle spiagge fino a Bordighera.

Oggi è un museo intitolato Gerolamo Rossi, celebre per le sue ricerche archeologiche: fu Infatti lui che scoprì il teatro romano di Albintimilium.

Proprio in queste sale infatti si possono vedere ceramiche del periodo romano ed i vetri di Albintimilium: flaconi per profumi, bicchieri, coppe e boccette per spezie aromi.

Oltre ai reperti di epoca romana sono presenti documenti relativi alla fortezza, una collezione di statuette preistoriche in terracotta e le sculture collezionate da Thomas Hanbury alla fine dell’800.

porta canarda

Porta Canarda è un bel esempio di fortificazione medievale costruita nel XIII secolo.

Fu una delle 8 porte medievali di difesa e di accesso alla città di Ventimiglia.

Questo monumento storico è ideale da visitare per chi vuole assaporare una testimonianza del passato di Ventimiglia, senza contare che si può godere di una incredibile vista del Mar Mediterraneo.

mercato di ventimiglia

Il mercato coperto di Ventimiglia ha origine nel 1922 come mercato dei fiori. È stata la prima costruzione Europa per la commercializzazione di fiori recisi.

Oggi il mercato coperto Ventimiglia è molto celebre, in Italia e nella vicina Francia, per la varietà e la qualità dei suoi prodotti: frutta e verdura, salumi-formaggi, prodotti gastronomici tipici e naturalmente fiori e piante.

Ventimiglia e anche celebre per il suo mercato del venerdì. Se vuoi approfondire l’argomento ti invito a leggere l’articolo dedicato.

Scopri di più sul mercato

oasi del nervia

Ai confini a levante di Ventimiglia si trova L’Oasi del Nervia, un’importante oasi faunistica gestita dal WWF della grandezza di circa 6 ettari.

Questo luogo magico è facilmente raggiungibile dal lungomare di Ventimiglia o seguendo il ponte ciclopedonale che unisce la città a quella di Camporosso.

Qui è possibile osservare uccelli nel loro ambiente naturale e rilassarsi un istante mentre si percorre la nuova pista ciclabile che collega Bordighera, Ventimiglia e Dolceacqua.

Area marina protetta di capo mortola

L’area Marina Protetta di Capo Mortola è un parco naturale tra l’Italia e la Francia con un ambiente naturale sorprendente.

Questa area marina si trova proprio nella zona di mare dove si affacciano i giardini Hanbury. Quest’area è di notevole interesse geologico e paleontologico. Vi si trovano infatti importanti depositi di fossili il suo fondale ricco di secche estremamente prezioso per garantire un’incredibile biodiversità Marina.

Durante un’immersione si possono ammirare i fondali rocciosi e sabbiosi ricchi di spugne, gorgonie, molluschi e pesci straordinari. A 36 metri di profondità si nasconde, in una spaccatura nelle rocce, dentro una misteriosa grotta sottomarina, una sorgente d’acqua dolce.

i prodotti tipici di Ventimiglia

Ventimiglia ha una storia secolare e alcuni dei suoi prodotti più caratteristici non sono da meno. Storia e leggende si intrecciano con golose specialità.

La pisciadela

La pisciadella fa parte della Grande famiglia delle pizze e delle focacce. Però Guai a chiamarla pizza o focaccia rossa: la pisciadela è il risultato di una antica tradizione di Ventimiglia che si tramanda di generazione in generazione.

Questo piatto, simile alla Sardenaira di Bordighera, è una focaccia con un ricco sugo di pomodoro preparato con le cipolle e l’olio extravergine di oliva, guarnita con aglio, olive, acciughe, capperi e una spolverata di origano.

Nel passato la Pisciadela era preparata quotidianamente da tutte le famiglie e cotta nei forni a legna comuni: ogni frazione ne aveva uno e alcuni sono tutt’ora esistenti. Era sempre presente durante le sagre di paese e nei pranzi al sacco dei lavoratori.

Oggi la pisciadela si può trovare in in tutte le migliori panetterie e locali tipici della città.

La Pisciadela fa parte delle Deco della città. La certificazione di qualità che ne attesta la provenienza e l’origine.

la castagnola

La Castagnola è un dolce di origine ottocentesca che ebbe origine dalla fantasia della Cucina Popolare: nacque infatti per sostituire ed imitare i più raffinati marron glacé che potevano solo le famiglie più ricche potevano permettersi.

A dispetto del nome non contiene nè castagne, nè farina di castagne.

Il nome deriva solo dalla forma del colore che ricorda appunto la castagna.

L’impasto di questo dolce tradizionale contiene cacao, cioccolato, caffè e varie spezie come cannella, chiodi di garofano e acqua di fior d’arancio. Nella ricetta originale non sono previsti grassi animali o vegetali.

Angela Castagnola Estathé valorizzata dal marchio Deco.

mangiare a Ventimiglia

Molti tra i ristoranti di Ventimiglia possono essere tranquillamente considerati tra i migliori della Liguria. Sicuramente la cucina di pesce è quella predominante.

Ci sono però alcune piccole specialità meno note che sono cariche di storia di tradizione. Ora ecco alcuni consigli per te:

brandacujun

il brandacujun

Una crema di stoccafisso mantecato con patate, aglio, prezzemolo e olio extravergine di oliva.

turta de lure

turta de lurè

Tipico dolce locale che ricorda il panettone e viene consumato a Natale, Pasqua e le feste più importanti.

u bernardu

Un dolce che anticamente era molto diffuso ed è un pan dolce con polenta che risale al XVI secolo.

U buiabasciu

Una straordinaria zuppa di pesce locale.

Eventi a Ventimiglia

Ventimiglia è bella da visitare tutto l’anno, ma ci sono alcuni momenti della vita dei Ventimigliesi che scandiscono il passare delle stagioni, ormai anche con tradizioni secolari.
Se si ha la fortuna di capitare in Liguria durante una di queste occasioni è possibile vivere da vicino un’esperienza unica. Ecco alcuni eventi e manifestazioni a Ventimiglia:

La battaglia di fiori

La battaglia di fiori è una sfilata di carri fioriti che si svolge annualmente a Ventimiglia nella seconda metà del mese di giugno.

Le prime edizioni risalgono all’inizio del ventesimo secolo e si svolgevano per festeggiare il carnevale o l’inizio della Primavera.

Ad ogni edizione partecipano mediamente una decina di carri allestiti da altrettante compagnie carriste che si sfidano a chi crea il carro Fiorito più spettacolare. Ogni edizione ha un tema a cui bisogna ispirarsi per la progettazione del carro.

agosto medievale

Ogni anno durante l’agosto medievale Ventimiglia si immerge nel suo passato e si veste con una straordinaria atmosfera medievale.

Potrai incontrare soldati, dame, Cavalieri che sfilano per la città e si sfidano nei caruggi e nelle piazze del centro storico. Lo sfondo è dipinto di bandiere da colori vivaci, rulli di tamburi e squilli di trombe.

Non mancano naturalmente gli angoli enogastronomici i mercatini e le visite guidate ai luoghi storici.

Tra i momenti più attesi dell’agosto medievale c’è il corteo storico e la regata dei sestieri: un Palio marinaro in cui si sfidano sei i sei quartieri di Ventimiglia in una regata di gozzi liguri.

san Secondo

La festa patronale di San Secondo, che si svolge tutti gli anni il 26 agosto, è un momento molto sentito dai Ventimigliesi.

Viene proclamato il vincitore del premio cittadino, il “San Segundin D’Argentu”, viene celebrata la messa e ha poi luogo la processione nel centro storico.

Alla sera è un esplosione di colori con i fuochi d’artificio sul lungomare accompagnati dal sottofondo musicale.

come arrivare a Ventimiglia

Ventimiglia è davvero facilmente raggiungibile sia dall’Italia che dalla Francia con ogni mezzo di trasporto.

Tutti i treni Infatti fermano nella stazione di Ventimiglia.

L’uscita autostradale è quella proprio prima del confine di Stato tra Francia e Italia.

L’aeroporto più vicino è quello di Nizza che dista 50km (http://www.nice.aeroport.fr)

Un altro aeroporto su cui appoggiarsi è quello di Genova (http://www.aeroportodigenova.it/)

paesi e città nei ditorni

In questa pagina ti ho dato solo un assaggio delle cose che puoi vivere e visitare durante il tuo soggiorno a Ventimiglia.

Sto preparando per te delle pagine dedicate agli altri paesi e città nei dintorni, per offrirti ancora più idee e suggerimenti che solo chi vive in questo territorio da sempre può conoscere

❮❮ Scorri e scegli la guida ❯❯

Ti piace questa guida?

Siamo quasi alla fine e prima che tu lasci questa pagina mi farebbe molto piacere se potessi condividerla sulla tua pagina Facebook o su gli altri Social per aiutare altri viaggiatori come te!

Conclusione

Grazie a questa guida definitiva sul Ventimiglia hai tutte le informazioni che ti servono per organizzare il tuo prossimo viaggio alla scoperta della Riviera Ligure.

Già leggendo questa guida ti sarai reso conto che Ventimiglia ha tantissimo da offrire per qualsiasi tipo di viaggiatore e in qualsiasi periodo dell’anno.

Ti ho fornito tutte queste informazioni perché nelle guide turistiche si trova davvero poco sulle meraviglie che puoi scoprire in questa zona. I pochi suggerimenti che offrono le altre guide non ti danno possibilità di organizzare il tuo soggiorno nel miglior modo possibile.

Inoltre, nelle guide, è difficile trovare consigli pratici e suggerimenti sulle cose che davvero vale la pena visitare, provare e vivere quando si intende partire per una vacanza sulla Riviera di Ponente .

Un ultimo consiglio che mi sento di darti è quello di utilizzare anche queste informazioni che ti ho dato come una base per il tuo personale itinerario inserendo ciò che davvero ti interessa, ciò che ti piace e ciò che più sembra allinearsi con la tua idea di vacanza.Scoprirai che, qualunque sia la tipologia di viaggio che preferisci la Riviera di Ponente sarà sempre accontentarti e sorprenderti.

Spero davvero di averti dato tutto il necessario per poter iniziare a organizzare il tuo personale unico e ricco itinerario di viaggio.

Ti è piaciuta la guida? Mi sono perso qualcosa? Fammelo sapere scrivendolo nei commenti e condividi con noi come e quando hai deciso di visitare la splendida Ventimiglia!

Vacanze in liguria: le guide

Socpri i miei articoli e le mie guide sulla Liguria.
Sono in continuo aggiornamento per garantirti delle vacanze indimenticabili!