Cosa vedere a Bordighera

12 cose da vedere a Bordighera

Bordighera è una località che fa innamorare i viaggiatori per l’atmosfera e lo stile di vita che offre.

Diciamo la verità, in questa piccola cittadina di mare non ci sono grandi monumenti paragonabili alle grandi città d’arte italiane.

Ma come ogni piccola perla del nostro Paese, anche qui tra un bagno in mare è una passeggiata nel verde, ci sono tante cose da ammirare.

Non perdetevi il meglio: ecco la lista delle 12 cose da vedere assolutamente a Bordighera.

Chiesetta di Sant'Ampelio

chiesetta-sant-ampelio-bordighera

La chiesetta di Sant’Ampelio è il simbolo di Bordighera e sorge proprio nel punto più a sud di tutta la Liguria e di tutta l’Italia settentrionale.

Questo luogo, insieme alla scogliera appena sotto, è un luogo caro a tutti gli abitanti di Bordighera.

C’è una lunga lista d’attesa per gli sposi che vogliono celebrare le nozze qui, ma l’attesa vale decisamente la pena.

Sotto questa chiesa c’è una cripta nascosta dove visse il santo patrono della città: spesso è possibile visitarla.

Bordighera Alta

bordighera-alta

Il centro storico di Bordighera viene chiamato “Bordighera Alta” e rappresenta il primo insediamento che diede origine alla città.

Bordighera alta risale al 1470 ed è un borgo fortificato al cui interno si dirama una fitta rete di vicoli, caruggi e piazzette.

Questo centro storico è preservato e mantenuto perfettamente ed è ricco di ristorantini caratteristici e bar ideali per un aperitivo all’italiana.

Il Lungomare

lungomare-argentina-bordighera

Il lungomare Argentina è sempre stato il vanto della città di Bordighera perchè, storicamente, era la passeggiata mare pedonale più lunga della Riviera.

È chiamato così perché fu inaugurato da Evita Peròn, moglie del presidente argentino, nel 1947.

Da allora sono cambiate molte cose e la prosecuzione ad ovest del lungomare è una bella passeggiata ciclopedonale che, attraverso i comuni limitrofi, conduce fino a Ventimiglia e fino a Dolceacqua.

Il sentiero del Beodo

Beodo-bordighera

Il Beodo è un antico sentiero che dal cuore di Bordighera Alta si spinge all’interno della vallata del Sasso.

Questa passeggiata che ripercorre l’antico acquedotto, è immersa nel verde delle Palme, delle Mimose e della ricca vegetazione mediterranea. Lo scenario è molto suggestivo e se volete visitarlo è consigliabile farlo alla mattina, specialmente in inverno, per via dell’esposizione al sole.

I più avventurosi potranno spingersi fino alla frazione di Sasso, in cima alla valle.

Il Giardino esotico Pallanca

giardino-esotico-pallanca-fb

Se sei un amante della natura e passi da Bordighera non puoi assolutamente perderti Il Giardino esotico Pallanca.

Questo giardino di oltre 10mila metri è specializzato in piante grasse e succulente: qui è costruita la più grande collezione in Europa è una tra i più grandi in tutto il mondo.

Per una esperienza indimenticabile è consigliabile visitarlo la mattina per godere del bel sole che sorge ad est.

Questo giardino alle pendici del Monte Nero ha una bella vista sul mare ed è il set ideale per scattare foto meravigliose.

Villa Mariani

atelier-pompeo-mariani

Alle spalle di Bordighera alta, nascosta dalla vegetazione e da antichi muri, si trova Villa Mariani, sede della fondazione Pompeo Mariani.

Pompeo Mariani fu un famoso pittore dell’800 amico dei più grandi impressionisti della storia. Egli che visse proprio in questa villa.

All’interno di questa proprietà è ancora visibile La Specola, il suo Atelier, dove l’artista creava i suoi capolavori.

Ogni settimana sono organizzate visite guidate molto interessanti.

All’interno del Parco della villa è ancora possibile vedere uno degli ulivi ritratti da Claude Monet in uno dei suoi quadri su Bordighera.

Per visite Tel: +39 0184265556
Per info e aggiornamenti: Pagina Facebook Villa Pompeo Mariani

Villa Etelinda

villa-etelinda

Villa etelinda è il risultato del lavoro di due straordinari architetti dell’800: Charles Garnier, che progettò la struttura della villa, e Ludwig Winter che curò la progettazione del parco.

Questa villa meravigliosa che si affaccia sulla via Romana, fu commissionata dal banchiere tedesco Raphaël Bischoffsheim.

In seguito ad una storia un po’ travagliata e diversi proprietari, la villa fu venduta alla regina Margherita di Savoia.

Oggi è possibile visitarla in occasioni particolari oppure su appuntamento.

Per visite Tel: +393923214321

Museo Bicknell

museo-bicknell-bordighera

Il museo Bicknell è una tappa curiosa che vi permette di immergervi nel mondo di Clarence Bicknell, un matematico, botanico, archeologo inglese che visse a Bordighera alla fine del 19esimo secolo. Qui, tra le altre cose, studiò le antiche pitture rupestri del Monte Bego.

Dalla bella via Romana si scende verso il museo ammirando la vegetazione lussureggiante. Qui potrete lasciarvi stupire da un gigantesco esemplare di ficus e da una bellissima pianta di glicine sulla facciata del museo.

All’interno del museo potrete ammirare l’attività del botanico inglese tra cui una bella collezione di farfalle.

Villa Garnier

villa-garnier-bordighera

Charles Garnier progettò a Bordighera due ville dall’impronta molto simile. La prima fu villa Etelinda e la seconda, appunto, Villa Garnier che risale al 1871.

La villa, che si affaccia sul porto turistico di Bordighera, si raggiunge facilmente dal centro storico: oggi è una casa per ferie gestita dalle suore.

Questo edificio maestoso è sviluppato su tre piani ed è circondato da un meraviglioso giardino progettato da Ludwig Winter. Ma quello che contraddistingue questa villa è la Torre Bianca che svetta nel cielo, che l’architetto chiamava “Mon mirador”.

Il Marabutto

marabutto-bordighera

Il Marabutto è un ex Polveriera che ospita ancora oggi tre cannoni antichi: “Butafoegu”, “Tiralogni” e “Cagastrasse”.

Di fatto è una bella terrazza affacciata sul mare, sul porticciolo turistico e sulla chiesetta di Sant’Ampelio.
Questo luogo è caro hai bordigotti perché in molti ci hanno passato la giovinezza e rappresenta il miglior punto di osservazione per i fuochi d’artificio che ogni anno si svolgono il 14 Maggio.

Gli alberi monumentali

piante-monumentali-bordighera

La natura è uno di quegli elementi che rende unico lo stile di vita di chi vuole vivere Bordighera.

Gli esempi più stupefacenti della natura rigogliosa di questa località sono le piante monumentali nascoste qual è la.

Le piante più incredibili sono i Ficus Macrophylla che si trovano nei pressi del museo Bicknell e alle spalle del Palazzo del Comune: tutti gli esemplari arrivano tranquillamente ai 20 metri di altezza e hanno un diametro nel fusto superiore a 1 metro.

Il Tramonto di Bordighera

tramonto-bordighera

National Geographic ha inserito il tramonto di Bordighera tra 10 Tramonti più belli al mondo.

Soprattutto durante la stagione invernale, infatti, il sole scende sotto l’orizzonte proprio ai piedi della Costa Azzurra e lo spettacolo, dal lungomare Argentina di Bordighera, lascia col fiato sospeso.