Bordighera è la città perfetta sia per una fuga nel weekend che per un soggiorno più lungo, anche di due o più settimane: qui ogni giorno, con le giuste informazioni, è possibile fare sempre qualcosa di nuovo e stimolante.

Da qui potrai visitare facilmente i borghi medievali dell’entroterra, la Costa Azzurra ed avere a due passi un centro più grande e movimentato come Sanremo.

Bordighera è una città a misura d’uomo, viva ma non caotica, dove fare facilmente amicizia in spiaggia, al parco o nei caffè del centro storico.

È un luogo ideale per fare sport, allenarsi e mettersi in forma. Potrai organizzare delle escursioni, delle visite culturali o semplicemente rilassarsi sulla riva del mare.

Ville con grandi parchi, giardini bellissimi, costruzioni signorili: la colonia inglese di Bordighera non è più quella di fine Ottocento, ma la sua impronta è rimasta intatta.

Bordighera è diversa dagli altri centri del Ponente e ha saputo mantenere un aspetto elegante.

Bordighera non è solo spiaggia e mare, dietro il lungomare si nasconde un mondo da scoprire. O per meglio dire, più d’uno: il fascino medievale di Bordighera Alta, chiusa tra le sue mura pentagonali; l’incanto di capo Sant’Ampelio (il punto più a sud della Liguria) e della sua chiesetta; i piccoli segreti che si celano all’Arziglia e – più avanti – alle pendici del Monte Nero.

Dove si trova Bordighera

Una perla in un territorio straordinario

Bordighera si trova nella zona più mite di tutta la Liguria, probabilmente di tutto il nord Italia. L’estremo Ponente Ligure, infatti, è noto per avere un clima meraviglioso tutto l’anno: piacevole anche nei mesi più freddi e ventilato anche nelle estati più torride. 

Questa bella località turistica è incastonata tra la celebre città di Sanremo, dove si svolge il festival della canzone italiana, e la Costa Azzurra francese. Bordighera è quasi sul confine tra Italia e Francia.

Questa posizione fa della città una base davvero strategica per chi vuole vivere delle vacanze ricche di bellezze, cose da vedere e di punti di interesse.

In soli 10 minuti, infatti, si può arrivare in Francia, nella vicina a Mentone, nel Principato di Monaco oppure si raggiungono le altre località del Ponente Ligure e si esplorano gli straordinari borghi dell’entroterra Ligure.

Caricamento della mappa in corso, attendere...

Quando andare a bordighera

Una destinazione meravigliosa 365 giorni l’anno.

Rispetto ad altre grandi località turistiche Bordighera è una destinazione che ha una scelta di hotel contenuta e le migliori case vacanza bisogna prenotarle con largo anticipo.

L’alta stagione comincia da metà giugno fino a fine agosto: questo è il periodo di maggior afflusso turistico. Bellissimo, ma i prezzi aumentano leggermente.

Durante l’anno è molto gettonato anche il periodo di Pasqua, il periodo di Natale e c’è grande afflusso anche durante gli eventi importanti nei dintorni: Monte-Carlo Rolex Masters, Gran Premio di Monaco, Festival di Sanremo per citarne alcuni.

Se potete scegliere quando andare in vacanza, i periodi migliori per visitare Bordighera sono la Primavera, da aprile ad inizio giugno, e l’autunno.

In questi periodi le temperature sono meravigliose, la città è più tranquilla ed è possibile fare il bagno in un’acqua limpida.

Se amate il mare in inverno e volete rilassarvi una settimana Bordighera e sicuramente una destinazione adatta a voi. Durante il giorno la temperatura e spesso intorno ai 15-20 gradi e si può visitare i dintorni senza traffico, si può fare sport all’aria aperta e si possono gustare le specialità del territorio senza prenotare i ristoranti.

Spiagge di Bordighera

spiaggia-bordighera

La spiaggia è sicuramente protagonista delle giornate di chi sceglie Bordighera per passare le tue vacanze.

Nelle belle e soleggiate giornate d’inverno passeggiare sul lungomare Argentina è rilassante e rigenerante.

Ma, naturalmente, è d’estate che le spiagge di Bordighera danno il meglio: qui una lunga serie di stabilimenti balneari attrezzati di ombrelloni, lettini e sdraio, cocktail bar e ristoranti invitanti, animano la vita dei viaggiatori.

Per chi invece cerca semplicemente la tranquillità della spiaggia ci sono numerose spiagge libere dove sdraiarsi in libertà e lavorare sull’abbronzatura.

Per orientarsi tra le spiagge ecco un piccolo elenco da Ovest ad est:

  • Spiaggia di Rattaconigli: la spiaggia più grande di Bordighera. Quasi completamente libera ma servita da diversi bar che nella bella stagione organizzano feste con musica. Alle spalle ha una bella pista ciclabile.
  • Spiagge ad ovest della stazione: da questo lato di Bordighera le spiagge si possono raggiungere in macchina e sono servite da molti parcheggi. Anche qui gli stabilimenti organizzano spesso belle serate e offrono tanti servizi.
  • Spiagge ad est della stazione: da questo lato il lungomare è pedonale e la spiaggia si raggiunge facilmente con comodi sottopassaggi dal centro.
  • Scogli di Sant’Ampelio: Questo angolo della città, proprio sotto l’omonima chiesetta, è sacro ai Bordigotti. Qui l’acqua è pulitissima ed è molto divertente tuffarsi dagli scogli ed esplorare il fondale con la maschera.
  • Arziglia: tranquilla e più isolata, questa è l’antica spiaggia dei pescatori.

A Bordighera non ci sono spiagge di sabbia dorata. Il fondo è composto da ghiaietta tonda e, in alcuni tratti, di sabbia più o meno grossa.

Scopri di più sulle spiagge più belle di Bordighera.

Cosa Visitare a Bordighera

Bordighera è una città che si deve godere con calma di cui apprezzare la tranquilla vita di tutti i giorni tra le belle spiagge i suoi giardini e la bella architettura.

In questo bel contesto ci sono diversi punti di interesse da visitare e da scoprire.

Chiesetta di Sant'Ampelio

chiesetta-sant-ampelio-bordighera

Nel punto più meridionale della Liguria e dell’intera Italia settentrionale sorge la piccola e suggestiva chiesetta di sant’Ampelio costruita nel XI secolo.
Sopra l’altare si trova una statua seicentesca che raffigura sant’ampelio, titolare della chiesa e patrono di Bordighera. Spesso è possibile visitare la cripta sotto la chiesa dove il Santo visse per 17 anni.

Dalla chiesa di Sant’Ampelio si può percorrere il lungo e piacevole lungomare Argentina, così chiamato in onore di Evita Perón che visitò Bordighera nel 1947.

Bordighera Alta

bordighera-alta

La città vecchia ha mantenuto intatto il suo fascino di piccola borgo fortificato, chiuso da mura tardo-medievali rinforzate alla metà del Cinquecento.

Lasciata l’auto nell’ampia piazza del Capo, si entra per porta Sant’Ampelio, per poi perdersi nel dedalo di piazzette e di vicoli, tra case alte e colorate, collegate da caratteristici archi di sostegno.
All’interno del borgo, che ha forma più o meno pentagonale, si trova la chiesa di Santa Maria Maddalena, eretta al principio del Seicento e ristrutturata nel 1866.

Villa Mariani

atelier-pompeo-mariani

Appena al di sopra del borgo si trova la villa Mariani: un tempo residenza del pittore ottocentesco Pompeo Mariani, oggi ospita la fondazione a lui dedicata.

Nata come cottage e disegnata dall’architetto Garnier la villa (con il suo bellissimo parco) venne ulteriormente ampliata dal Mariani, che fece realizzare anche la Specola, il grande atelier-museo che si può ancor oggi visitare.

Per visite Tel: +39 0184265556
Per info e aggiornamenti: Pagina Facebook Villa Pompeo Mariani

Villa Etelinda

villa-etelinda

Villa etelinda fu costruita Bordighera sulla via Romana da Raphaël Bischoffsheim, un banchiere tedesco che viveva a Parigi.

La villa fu progettata dall’architetto francese Charles Garnier che ripresa alcuni elementi della sua villa a Bordighera, come la bella torretta, fine e slanciata e i mosaici policromi sulla facciata.

I giardini furono progettati da Ludwig Winter.

La villa fu poi venduta a membri della nobiltà inglese infine nel 1914 La villa è l’immenso giardino furono venduti alla Regina Margherita.

Per visite Tel: +393923214321

Museo Bicknell

museo-bicknell-bordighera

Il museo bicknell è stato costruito nel 1888 ed è considerato il museo più antico della Liguria di Ponente. Custodisce i libri, disegni, reperti naturalistici e geologici frutto della intensa attività di ricerca di Clarence Bicknell: un matematico, botanico, archeologo, esperantista inglese che visse a Bordighera alla fine del 1800 e studiò le pitture rupestri del Monte Bego.

Che sia aperto o chiuso vale sempre la pena di fare visita al museo Bicknell anche solo per le straordinarie piante monumentali si trovano vicino al suo ingresso: un gigantesco Ficus Macrophylla e un Glicine meraviglioso che copre la facciata della villa.

Villa garnier

villa-garnier-bordighera

Il celebre Architetto francese Charles Garnier decise di costruirsi una villa Bordighera nel 1871.

A pochi metri da Bordighera alta si trova appunto Villa Garnier un edificio maestoso sul mare che si sviluppa su tre piani, caratterizzato dalla deliziosa Torretta che l’architetto chiamava “Mon Mirador”.

Il ricco giardino che circonda La Villa venne progettato dall’architetto del paesaggio Ludwig Wqinter, lo stesso che progettò anche i giardini Hanbury a Ventimiglia.

Oggi Villa Garnier è una casa per ferie gestita dalle suore che, su appuntamento, saranno felici lasciarvi visitare la proprietà.

Il Giardino esotico Pallanca

giardino-esotico-pallanca-fb

Il Giardino Esotico Pallanca è una tappa obbligata a Bordighera: si tratta del orto botanico con la più grande varietà di piante grasse in Italia, uno dei primi nel mondo.

Il Giardino si sviluppa sulle pendici dell’antico vulcano Monte Nero, su 10000 metri quadri di rocce a picco sul mare, con una splendida vista sulla baia.

Uno scenario suggestivo ti accompagna alla scoperta delle 3000 varietà succulente e cactacee collezionate e conservate qui da quattro generazioni.

Scopri tutto quello che c’è da vedere a Bordighera

Dove dormire a Bordighera

Per vedere tutte le strutture e prenotare un alloggio a Bordighera utilizza il form seguente, inserendo le date del soggiorno.

Booking.com

Oppure vedi tutte le strutture a Bordighera

Cosa mangiare a Bordighera

cappon-magro

A Bordighera i ristoranti dove si mangia bene sono tanti e ognuno di essi propone specialità anche molto diverse. Fatti consigliare dagli abitanti del posto che incontrerai sul lungomare, ma nel frattempo lascia che ti dia qualche consiglio:

Ogni giorno dal porticciolo di Bordighera il pescatori riforniscono i migliori ristoranti della città: è molto facile quindi trovare pesce fresco e di ottima qualità.

Per ordinare qualcosa di davvero tipico il mio consiglio e di chiedere il “Cappon Magro” o il “Brandacujùn”. Altri piatti tipici sono invece la Sardenaira, che sarebbe “pizza Ligure” (ma non dite che ve l’ho detto io!), i Barbagiuai, il coniglio e i ravioli di borragine.

I Vini da ordinare a Bordighera

Come per molte altre città della Liguria i vini più gettonati sono il pigato, il Vermentino e il Rossese di Dolceacqua. Una vera chicca è il vino biodinamico della Tenuta Selvadolce prodotto a Bordighera.

La cantina più fornita della città è, senza dubbio, quella del ristorante Magiargè a Bordighera Alta.

Ristoranti a Bordighera

A Bordighera i ristoranti dove mangiare bene sono davvero numerosi.

Si va dai ristoranti più raffinati sul mare come Romolo Mare, l’Alice felice o il Marina Beach (durante l’estate), ai ristoranti più caratteristici del centro storico come Magiargè e la Scibretta oppure scegliere un ristorantino per pranzi più veloci come il Cafè Monet.

Scopri i migliori ristoranti a Bordighera

Come arrivare a bordighera

Il modo più semplice per raggiungere Bordighera è in auto con l’autostrada A10 Genova-Ventimiglia. Dopo l’uscita, al casello di Bordighera, c’è una bella strada panoramica che in pochi minuti ti porta in centro.

E anche molto semplice arrivare a Bordighera in treno: molti treni provenienti da Milano, Genova e dalla Francia fermano proprio alla stazione della città.

Per alcuni treni bisogna fare il cambio a Ventimiglia. In questo caso è consigliabile prendere un taxi, proprio fuori dalla stazione: con pochi euro in più eviterete le attese e vi farete portare davanti al vostro albergo.

L’aeroporto più vicino è quello di Nizza e, in macchina, senza traffico, dista appena 40 minuti. Per raggiungere l’aeroporto sono consigliati i taxi della città (più economici di quelli francesi) e i servizi di noleggio auto con conducente, estremamente professionali.